Risoluzione dei problemi > Miglioramento delle prestazioni
 

Miglioramento delle prestazioni

Per garantire le massime prestazioni FileMaker Server deve essere utilizzato su una macchina dedicata riservata all'utilizzo come server database. Quando FileMaker Server ospita diversi client o un elevato numero di file di database, utilizza una grande quantità di potenza del processore, di spazio sull'hard disk e di capacità di rete. I software che richiedono un uso intensivo del processore o un elevato traffico di rete sulla stessa macchina rallentano l'esecuzione di FileMaker Server e riducono le prestazioni di FileMaker Pro sulle macchine client.

Non utilizzare il software antivirus per eseguire la scansione delle cartelle che contengono file di database ospitati o delle cartelle di backup progressivo.

FileMaker Server non deve essere installato su una macchina che opera come stazione di lavoro primaria o come server di file in rete.

Non è possibile eseguire contemporaneamente due diverse versioni di FileMaker Server sulla stessa macchina.

Non utilizzare la macchina su cui è in esecuzione FileMaker Server come server di posta elettronica, di stampa o di file.

Non utilizzare il software di backup del sistema per eseguire il backup dei database ospitati da FileMaker Server. Utilizzare invece la FileMaker Server Admin Console per programmare i backup dei database.

Specificare una cartella di backup progressivo su un disco rigido diverso rispetto a quello in cui si trovano i database ospitati. Poiché le modifiche progressive possono essere riportate nella cartella di backup progressivo quasi contemporaneamente alle modifiche nei database ospitati, l'utilizzo di due dischi rigidi può migliorare le prestazioni del server.

Se le prestazioni del server sono un problema, considerare l'idea di disattivare il ripristino all'avvio. Vedere Informazioni sul ripristino all'avvio.

Disattivare gli screen saver e la modalità di sospensione (o ibernazione e standby) sul server. Queste funzioni del sistema operativo riducono le prestazioni o impediscono l'accesso ai database ospitati.

Utilizzare un hard disk veloce, un sistema RAID (Redundant Array of Independent Disks) multidisco o una rete SAN (Storage Area Network) affidabile per i database ospitati.

Assicurarsi che lo spazio libero sul disco dell'unità di sistema della macchina master sia sufficiente per memorizzare i file temporanei. Il server database crea i file temporanei in una directory temporanea sul computer master per memorizzare nella cache i dati per i file ospitati. Il server database crea un file temporaneo per ogni file ospitato aperto e chiude ed elimina automaticamente il file temporaneo quando il file ospitato associato viene chiuso. Nella maggior parte dei casi, la dimensione del file temporaneo corrisponde al 10-20 % delle dimensioni del file ospitato associato, ma la percentuale reale dipende dal numero di client e di script lato server e dal loro livello di attività. Il server database controlla periodicamente le dimensioni dei file temporanei e riduce le dimensioni di un file temporaneo se diventa troppo grande rispetto alla quantità di spazio libero su disco.

Disattivare l'indicizzazione dei file—su Windows, Servizio di indicizzazione; su macOS, Spotlight; o qualunque altro software di indicizzazione dei file di terze parti. Questa funzione riduce le prestazioni.

Se il numero di client FileMaker WebDirect è elevato, passare a una distribuzione su più macchine. Vedere la Guida all'installazione e alla configurazione di FileMaker Server.

Se possibile, programmare le operazioni in modo che vengano eseguite quando è meno probabile che i client utilizzino i database ospitati.

Chiedere agli sviluppatori di app di limitare l'utilizzo dell'istruzione di script Esegui script su server nei database ospitati in modo che gli script vengano eseguiti sulle macchine client invece che sulla macchina server.

Note 

Poiché alcuni server DHCP cambiano ciclicamente gli indirizzi IP, utilizzare un indirizzo IP statico.